SCATTA L'OBBLIGO DI ADEGUATI ASSETTI PER TUTTE LE IMPRESE: cosa fare per  stare tranquillo ed evitare la responsabilità personale per i debiti, anche se hai una srl

SCATTA L'OBBLIGO DI ADEGUATI ASSETTI PER TUTTE LE IMPRESE: cosa fare per stare tranquillo ed evitare la responsabilità personale per i debiti, anche se hai una srl

 Le proroghe sono finite e dal prossimo 15 luglio 2022 saranno in vigore tutte le norme del nuovo Codice della Crisi: TUTTE le imprese devono adottare misure minime per individuare con adeguato anticipo i segnali della crisi.

 Monitorando la salute dell'impresa sono tutelati anche gli interessi di tutti i soggetti a vario titolo coinvolti: fornitori, finanziatori, dipendenti, clienti, soci, amministratori, erario ed enti previdenziali.

 In Italia il 95% delle imprese occupa pochissimi dipendenti e sono poco strutturate. Molte si affidano al Commercialista di fiducia per tutti gli adempimenti amministrativi e fiscale che, talvolta, conoscono a malapena.

Anche queste imprese sono soggette alle novità. Ma sono pronte?

 Cosa si intende per misure minime "idonee a rilevare tempestivamente lo stato di crisi”  e per "assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa, anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi dell’impresa e della perdita della continuità aziendale”?

 

 In pratica occorre un sistema che monitori la continuità aziendale che risponda a queste domande:

  • L'impresa predispone una situazione contabile recante le rettifiche di competenza e gli assestamenti di chiusura, almeno ogni trimestre?
  • L'impresa predispone situazioni contabili accurate, che prendono in considerazione anche gli stanziamenti necessari a fronte di eventuali rischi e le eventuali svalutazioni di crediti o magazzino?
  •  L'impresa ha predisposto un monitoraggio continuativo dell'andamento aziendale?
  •  L'impresa è in grado di stimare L'andamento gestionale anche ricorrendo ad indicatori chiave gestionali (KPI) che consentano valutazioni rapide in continuo, coerenti con il proprio modello di business ed il proprio settore di attività?.
  •  L'impresa dispone di un piano di tesoreria e di calcolo del margine di contribuzione mensile e per addetto?
  •  L'impresa monitora mensilmente la propria posizione finanziaria e la capacità di far fronte ai propri impegni finanziari nei prossimi sei mesi?
  •  L'impresa ha adottato un sistema di controllo svolto da un soggetto indipendente con un software validamente testato?


 Abbiamo un software semplice ed esaustivo che aiuta l’imprenditore valutare questi elementi, disponibile in Cloud con la consulenza costante dei nostri esperti.

Ecco il Programma operativo, in sintesi:


  •  Definire una PIANIFICAZIONE STRATEGICA AZIENDALE di successo sulla base di analisi dell’ambiente, del mercato, dei punti di forza e di debolezza della tua azienda
  •  Fare un’analisi SWOT, punti di forza e debolezza dell’azienda
  •  Costruire una MAPPA STRATEGICA dell’azienda che sia UNA VERA GUIDA alle scelte imprenditoriali future
  •  Individuare gli INDICATORI fondamentali (KPI), i PESI e gli OBIETTIVI da misurare nelle 4 principali aree aziendali, per raggiungere tutti gli obiettivi prefissati

  •  Costruire un’ORGANIGRAMMA completo e funzionale, che sia veramente di aiuto all’organizzazione aziendale 

  • Utilizzare la PIATTAFORMA del CruscottodiControlloTm: come inserire i valori misurati ed ottenere uno ‘screening’ completo e dettagliato della tua azienda

  • Predisporre una delibera del CDA che deliberi di adottare il CruscottodicontrolloTm per la misurazione della continuità aziendale e degli adeguati assetti organizzativi amministrativi e contabili ed rispettare così pienamente l’art. 2086 2° co. c.c. e non incorrere nelle responsabilità personale di cui all'art. 2476 C.C.


Per assolvere al necessario obbligo informativo e impostare un processo migliorativo.


Articolo_Rordorf (3).pdf