DONAZIONE E SUCCESSIONI RADDOPPIANO LA FRANCHIGIA

DONAZIONE E SUCCESSIONI RADDOPPIANO LA FRANCHIGIA

In tema di pianificazione successoria e efficienza fiscale è bene ricordare che sono esenti dall'imposta di successione le donazioni in vita del de cuius fino ad un milione di euro.

In pratica, in caso di successioni in linea retta (genitori-figli) la franchigia dell’imposta di donazione fino a 1 milione di euro non si cumula con quella dell’imposta di successione (altro milione di euro per erede).

In termini tecnici, nella «nuova» imposta di successione non c'è sommatoria (coacervo) tra relictum e donatum, per cui le donazioni fatte in vita non aumentano l'imponibile della imposta di successione. È quanto contenuto nella sentenza della Ctp di Reggio Emilia n. 71/2022 del 6/4/2022.

In sintesi, non si applica la maggiorazione del valore dell'asse ereditario netto per un importo pari al valore attuale di tutte le donazioni fatte dal defunto agli eredi e ai legatari.

Donazione e successione viaggiano sostanzialmente su binari propri, con proprie franchigie.


images 1jpgBLACK COLOR ORIpng
Articolo_Rordorf (3).pdf